Molto di moda negli anni Settanta, le piante in bagno stanno vivendo un secondo momento di gloria, tornando ad arredare bagni grandi come living, ma anche a dare dignità ai bagni piccoli, ciechi o di servizio, di cui aiutano a purificare l’aria.

Il bagno è una stanza sottovalutata ma che piace molto alle piante per via del caldo-umido. Quelle che più apprezzano questo ambiente sono le piante epifite. Quindi, bene posizionare le piante in bagno, ma attenzione a scegliere le specie giuste.

Come scegliere le corrette piante in bagno

Piante che regolano l’umidità e antinquinanti

La più indicata per il bagno è sicuramente la Capelvenere appartenente alla famiglia delle Polypodiaceae. Come tutte le felci, cresce in ambienti boschivi caldo-umide e presenta foglie a forma di ventaglio dal verde brillante.

E’ possibile inoltre scegliere tra le Tillandsie e le Orchidee che richiedono un alto tasso di umidità e molta luce. Le Orchidee contrastano il monossido di carbonio rilasciato dagli apparecchi a combustione, le Tillandsie ha poteri benefici sull’inquinamento elettromagnetico. Lo stesso vale per i cactus, provare per credere!

Infine, la Felce e l’Edera, agiscono contro la formaldeide e il benzene contenuto anche nei detersivi per la casa.

Piante che assorbono i cattivi odori

Infine ci sono altre piante, che oltre ad assorbire gli agenti inquinanti e regolare l’umidità nel bagno, assorbono anche i cattivi odori.In particolar modo, sono la Sansevieria Trifasciata, il Ficus Benjamin e la Gerbera Jamesonii.

Dove posizionare le piante in bagno

Le piante in bagno possono essere disposte in vasi di diverse forme e dimensioni, appoggiati sul piano del lavandino, appese sulle mensole o al soffitto per scendere delicatamente nella zona abitativa. Oppure puoi arredare un solo angolo del bagno per un tocco green o disporle su una scaletta in legno portaoggetti.

Infine, se avete un bagno cieco, esiste la possibilità di usare la luce artificiale per integrare e sostituire quella naturale. Oppure, ancora più semplice, mettete nella stanza un unico vaso di acqua con fiori recisi colorati. Da non scartare l’ipotesi di inserire piante finte, se ne trovano in commercio una grande varietà, molto realistiche, in grado di ingannare senza problemi l’occhio umano.