Le petunie sono note per la bellezza e il colore dei loro fiori, sono infatti la pianta perfetta che può essere coltivata in vaso, in giardino o anche in fioriera. Si sviluppano in cespugli densamente ramificati, che possono raggiungere anche i 60 cm di altezza, e per questo faranno un bellissimo effetto sul balcone.

In questo articolo, vi spieghiamo come coltivare le petunie e quali sono i gli accorgimenti principali che puoi adottare per curarle al meglio.

Come coltivare le petunie

Ambienti ed esposizione

Assicurati di mettere la petunia in luoghi molto luminosi, con un’esposizione in pieno sole e luce diretta per almeno sei ore al giorno. Questo è un aspetto molto importante se desideri delle piante molto fiorite.

Nonostante siano facili da coltivare, i fiori di petunia e la pianta stessa sono particolarmente delicati, devono essere ben riparati dal vento che potrebbe rovinarle.

In quanto piante che temono tantissimo il freddo, è auspicabile ritirarle ai primi avvisagli di freddo e portate all’esterno solo quando le temperature saranno di circa 15 gradi.

Terreno

Le piante di petunia amano un terreno fertile e non calcareo; che sia ricco di materia organica. L’ideale è un terriccio universale al quale si può aggiungere sabbia e corteccia sbriciolata finemente per favorirne il drenaggio.

Concimazione e annaffiatura

Fortunatamente la petunia non necessita di abbondanti concimazioni. Aggiungi del compost organico al terreno durante il rinvaso, successivamente a partire dalla primavera, concima con un fertilizzante ricco di potassio, unito all’acqua durante l’innaffiatura. Ripeti il trattamento ogni 15-20 giorni circa.

L’annaffiatura deve essere abbondante e frequente, perché la petunia è un fiore che ama molto l’acqua. Queste piante, infatti, possono sopportare alcune ore di siccità, dopodiché tenderanno ad appassire.

Innaffia regolarmente, circa ogni 2-3 giorni durante la primavera e l’autunno e una volta al giorno in estate. Fai attenzione ai ristagni d’acqua e ad innaffiare quando il terreno non sarà più umido. Durante l’innaffiatura non bagnare i fiori; vista la loro delicatezza potrebbero danneggiarsi.

Messa a dimora

La semina delle petunie avviene a fine febbraio/marzo in letto caldo. Se decidi di partire dal seme, tieni queste piantine al chiuso in un ambiente abbastanza umido finché non raggiungeranno circa i 10cm di altezza, e finché fuori non ci sarà più caldo (circa maggio).

A questo punto puoi scegliere se metterle a dimora in piena terra oppure trasferirle in un vaso più grande. Puoi fare il rinvaso ogni anno in base alla crescita della pianta, ma è sempre meglio farlo in primavera.

Fioritura e potatura

Il periodo ideale di fioritura delle petunie è da metà primavera fino a metà autunno. Ricordati che per curare le petunie dovrai ritirare le piante all’interno ogni qualvolta pioverà, proprio a causa della delicatezza dei loro fiori.

Quando la fioritura sarà terminata potrai procedere alla potatura. Potando i fusti alla base favorirai la nascita di nuovi steli e nuovi fiori. Elimina sempre le foglie gialle o i fiori appassiti perché potrebbero intaccare anche i boccioli e le foglie giovani, facendoli marcire precocemente.